Attrazioni di Berlino

Le attrazioni a Berlino sono tantissime. Tra monumenti, musei e luoghi simbolo le attrazioni sono così tante che, fare una lista, significa sicuramente escluderne qualcuna. 

Ciò è normale in una città più grande di Parigi e Madrid messe assieme. Oltretutto questo si verifica perché Berlino è la città dove ogni angolo, ogni piccolo particolare, racconta una storia. 

Se pensiamo ai grandi cambiamenti avvenuti in città, può accadere che uno stesso monumento, a causa dei significati diversi che può aver rivestito nelle diverse epoche, racchiuda in sé non una ma più storie.

Per questa ragione Berlino può sembrare a prima vista confusa. Soprattutto per noi italiani abituati ai nostri centri storici dall’architettura omogenea e dalla storia più lineare. Nella capitale tedesca troverai edifici di epoche e architetture completamenti diversi gli uni accanto agli altri.

La Guerra e le due dittature del secolo XX hanno sconvolto la fisionomia della città rendendola estremamente eterogenea. Per questo ti consigliamo di partecipare al nostro Free Tour del centro storico di Berlino. Una guida italiana ti accompagnerà alla scoperta della città facendotela apprezzare nel tempo di un tour.

Allora, considerata l’estensione della città e la sua ricchezza di luoghi d’interesse quali sono le principali attrazioni di Berlino?

Quali sono le principali attrazioni di Berlino?

I Musei di Berlino sono innumerevoli ma la città è anche ricchissima di cose da vedere.

Per darti un’infarinatura, ecco una breve selezione divisa per periodi storici. Durante la tua permeanza nella capitale tedesca non potrai fare a meno di visitare questi luoghi:

Attrazioni della Berlino prussiana:

Luoghi d’interesse della Berlino nazista:

Luoghi d’interesse della Berlino comunista:

Attrazioni della Berlino contemporanea:

Attrazioni della Berlino prussiana

Un dettaglio della Porta di Brandeburgo illuminata in notturna, sicuramente una delle attrazioni più importanti di Berlino.

Porta di Brandeburgo

Partiamo da quello che è conosciuto come il simbolo di Berlino: la Porta di Brandeburgo. Situata alla fine del viale Unter den Linden, nel quartiere di Mitte a Pariser Platz, fu commissionata dal re Federico Guglielmo II nel 1788.

Nonostante la sua imponenza e la quadriga posta sulla sua sommità sembri quasi richiamare la guerra, in realtà questo monumento alto 26 metri e largo 65, è stato realizzato come simbolo di pace.

Proprio la quadriga – creata nel 1794 – fu oggetto di bottino di guerra da parte di Napoleone che la portò a Parigi nel 1807 prima di far ritorno a Berlino, sette anni più tardi.

Durante la guerra fredda si trovava a Berlino Est vicino al Muro e divenne così uno dei simboli della DDR per poi diventare una delle icone della riunificazione della Germania.

La Porta è una delle grande attrazioni di Berlino. Splendida con le luci del giorno, di notte un’illuminazione sapientemente pensata le da quel tocco in più.

Il Reichstag - parlamento tedesco

Nelle vicinanze della Porta di Brandeburgo, sempre a Mitte, troverai il Reichstag, il parlamento tedesco costruito alla fine dell’800.

Oltre che per la sua grande cupola in vetro, la cui visita è sicuramente una delle cose da fare a Berlino, è diventato parte dell’immaginario comune per l’incendio del 27 febbraio del 1933 che decretò il consolidamento del potere nazista.

Semi distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale è rimasto abbandonato fino alla caduta del Muro di Berlino ed è stato inaugurato nuovamente solo nel 1999.

Oggi è un edificio altamente simbolico e una grande attrazione di Berlino, una costruzione che celebra la democrazia tedesca ritrovata dopo le due dittature del secolo XX.

La porta principale è trasparente e riservata ai cittadini che simbolicamente possono controllare i lavori parlamentari dalla grande cupola di vetro.

L'Isola dei Musei

Proseguendo nel segno dei luoghi simbolici, ti segnaliamo sicuramente l’Isola dei Musei, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1999.

Una scelta, quella dell’Unesco, dettata sia per le collezioni museali di importanza mondiale che per l’insieme architettonico dei suoi edifici costruiti nell’arco di un secolo, tra il 1830 e il 1930.

I suoi cinque musei, visitati ogni anno da oltre due milioni di persone, sono un autentico viaggio nella storia dell’umanità, dalla preistoria fino ad arrivare al XIX secolo. Sicuramente i fiori all’occhiello sono il Museo Pergamon e il Museo Nuovo.

Al Pergamonmuseum l’Altare di Pergamo, la Porta del Mercato di Mileto e la Porta di Babilonia sono senza dubbio le più grandi attrazioni. Il Museo Nuovo ospita il Museo Egizio con il bellissimo Busto di Nefertiti nonché reperti delle età della pietra e del bronzo.

Un piccolo chiarimento: gli edifici che vedi adesso non sono del tutto originali. I bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale hanno distrutto circa il 70 per cento dell’Isola e i lavori di ristrutturazione sono iniziati soltanto negli anni ’90, a riunificazione avvenuta.

Il Duomo di Berlino

Se andrai all’Isola dei Musei, non dimenticare di entrare nel Duomo luterano di Berlino (Berliner Dom), la più grande chiesa della città

I motivi che rendono particolarmente attrattiva la visita sono tre: le opere che potrai trovare al suo interno tra manufatti e dipinti, la bellissima vista che potrai godere dall’alto del Duomo e la cripta degli Hohenzollern, che contiene quasi 100 sarcofagi della casa regnante prussiana.

Il Palazzo di Charlottenburg

Il simbolo del quartiere di Charlottenburg è lo Schloss Charlottenburg: un palazzo monumentale barocco commissionato sul finire del 1600 dal primo re prussiano come residenza estiva. 

Il palazzo, con interni rococò e neoclassici, è visitabile con audio-guide in italiano. Oltre a conoscere gli interni è sempre consigliabile una passeggiata nel grande parco in stile francese sul retro. L’accesso al parco è libero e rimane aperto dalla mattina fino a tardo pomeriggio.

La Colonna della Vittoria

La Colonna della Vittoria di Berlino venne progettata come un imponente monumento per celebrare la vittoria delle guerre di unità prussiana contro Danimarca, Francia e Austria a fine ‘800. 

Nel 1939, nell’ambito di un grande piano per ridisegnare Berlino come capitale del Terzo Reich, i nazisti la spostano nella sua posizione attuale al centro del parco Tiergarten.

Se non hai problemi con le scale, sono necessari 285 gradini, puoi salire sulla sommità fino all’imponente statua dorata della Dea della Vittoria e godere così di una magnifica vista su Berlino.

La città di Potsdam

La città di Potsdam è una delle grandi attrazioni subito fuori Berlino ed è il fiore all’occhiello della corte prussiana.

Con il suo incantevole centro storico, parchi, palazzi e laghi incantati è una delle mete preferite per chi si reca in vacanza a Berlino e vuole passare una giornata fuori dalla capitale tedesca.

Il centro della città con il Quartiere Olandese e i suoi vasti parchi con gli innumerevoli palazzi ricordano i fasti passati della città che fu residenza estiva dei re e degli imperatori prussiani.

Oltre al centro storico vale sicuramente la pena visitare il palazzo di Sanssouci, eretto da Federico II il Grande e il palazzo Cecilienhof, dove si tenne la conferenza dei vincitori della Seconda Guerra Mondiale. 

In estate visitiamo la splendida cittadina e i suoi parchi con il nostro Tour di Potsdam con partenza da Berlino.

Principali luoghi d’interesse della Berlino nazista

Per avere una panoramica approfondita su questo argomento leggi l’articolo sui Monumenti di Berlino che hanno a che vedere con la memoria storica.

Lo stadio olimpico illuminato al tramonto impressiona i visitanti e lo rende una delle attrazioni più importanti di Berlino.

Lo Stadio Olimpico

L’ Olympiastadion – Stadio Olimpico di Berlino è stato costruito dai nazisti per ospitare i giochi olimpici del 1936 in un grande atto propagandistico del regime. L’imprese dell’atleta statunitense Jesse Owens e le sue 4 medaglie d’oro sono entrate nella leggenda sportiva.

Anche se lo Stadio Olimpico ricorda un regime brutale dobbiamo dire che porta particolarmente fortuna all’Italia del calcio. Qua vinse la medaglia d’oro ai giochi olimpici del ’36 e la coppa del mondo del 2006.

Lo stadio è stato ristrutturato per adattarlo ai canoni Fifa ma la struttura originale è intatta e oggi è una delle grandi attrazioni di Berlino. Viene usato per concerti e partite dell’Herta Berlin, la squadra locale della Bundesliga.

Nei giorni in cui non si gioca può essere visitato con un’audio-guida in inglese oppure puoi richiedere una delle nostre guide in un Tour Privato di Berlino in italiano.

Memoriali per le vittime del nazismo

Fra i memoriali più visitati di Berlino per commemorare le vittime del nazismo va sicuramente menzionata la Topografia del Terrore. In questo luogo si trovava l’edificio che fu quartier generale della Gestapo e delle SS, oggi è un museo nato per far comprendere le brutali azioni compiute dai nazisti in Germania e nei paesi occupati.

Fanno parte del memoriale anche le rovine degli scantinati dell’edificio che fu sede della Gestapo. Al suo interno mostre con documenti, fotografie, audio e film, raccontano la persecuzione, le torture e i progetti di sterminio portati avanti dai nazisti.

Vicino alla Porta di Brandeburgo invece, troverai l’impressionante Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa, Denkmal für die ermordeten Juden Europas.

Con le sue 2711 steli disposte in modo sfalsato per cercare di dare il senso di disorientamento e instabilità, è diventato uno dei luoghi simbolo di Berlino.

Nella parte sotterranea, potrai accedere al museo commemorativo con le storie di chi ha pagato con la vita il potere nazista.

Ministero dell'aviazione del Reich

Di fronte alla Topografia del Terrore noterai un grandissimo edifico grigio e squadrato. Si tratta dell’ex Ministero dell’aviazione del Terzo Reich diretto da Hermann Göring. L’edificio è conservato nella sua forma originale ed è la sede dell’attuale Ministero delle finanze tedesco.

La costruzione non è visitabile al suo interno ma rimane un grande esempio di quella che fu la concezione architettonica del nazismo. Una architettura al servizio del potere, di cui ne celebra la megalomania e utile alla diffusione dell’ideologia nazista.

Il campo di concentramento di Sachsenhausen

Il campo di concentramento di Sachsenhausen si trova nella cittadina di Oranienburg, nelle vicinanze di Berlino ed è stato il “campo modello delle SS”. 

Oggi è un memoriale e un museo per ricordare le migliaia di vite spezzate al suo interno e per capire cosa sia stato il nazismo proprio nel luogo dove fu più spietato.

Vista l’importanza che questo luogo ha ricoperto nel sistema di repressione nazista, proponiamo regolarmente visite guidate al campo di concentramento di Sachsenhausen con partenza da Berlino.

Bunker di Hitler

Il Bunker dove Hitler si uccise insieme ad Eva Braun è uno dei luoghi più ricercati di Berlino ed è anche un luogo difficile da capire… e da trovare.

Fu edificato al centro della Nuova Cancelleria, un imponente edificio fatto costruire dal dittatore per celebrare il suo potere. Della cancelleria non rimane più traccia, è stata infatti demolita negli anni ’50 e sostituita dalla DDR con delle case popolari.

Non è stato possibile rimuovere il bunker, posto 5 metri sotto il livello del suolo e con massicce pareti in cemento armato. È stato lasciato lì dove si trova ancora oggi, sotto il parcheggio delle case popolari. Non è visitabile e tutti gli accessi sono stati rimossi.

Questo luogo, di non facile comprensione, merita sempre delle spiegazioni approfondite e l’aiuto di foto storiche che permettano di capirlo, per questa ragione è una tappa obbligatoria del nostro Free Tour di Berlino.

Museo e Memoriale della Resistenza Tedesca

Il Museo e Memoriale della Resistenza tedesca (Gedenkstätte Deutscher Widerstand) è nato per commemorare gli eroi silenziosi che hanno lottato in Germania contro la dittatura nazista. Singole persone, gruppi clandestini organizzati o persone che facevano parte dell’apparato burocratico tedesco.

Il Bendlerblock, l’edificio in cui si trova il memoriale, è un luogo dalla grande importanza storica.

Si tratta del centro di comando dal quale fu pianificata e diretta l’Operazione Valchiria, il fallito colpo di stato contro Hitler che portò il colonnello Claus Schenk Graf von Stauffenberg a posizionare la bomba nella “Wolfsschanze”, la Tana del lupo del dittatore, il 20 luglio del 1944. Questo luogo viene visitato con il nostro Tour di Berlino durante il nazismo.

Principali luoghi d’interesse della Berlino comunista

Il viale Karl Marx con la Torre della Tv in sottofondo è una delle grandi attrazioni di Berlino per coloro che sono interessati alla storia della DDR.

Il viale Karl Marx

Se vuoi rivivere lo spirito della Germania comunista con la sua imponente architettura stalinista, fare una passeggiata lungo l’ex-viale Stalin è quello che fa per te.

Costruito agli inizi degli anni ’50 all’apice della propaganda stalinista, il suo nome è stato cambiato e oggi si chiama viale Karl Marx (Karl-Marx-Allee). La sua architettura rimane immutata ed è ancora un luogo originale simbolo della Berlino Est.

I pomposi edifici con le decorazioni dorate ai lati del grande viale volevano suggerire che, un giorno, tutti gli abitanti dei paesi socialisti avrebbero vissuto in palazzi moderni e confortevoli. 

La strada conduceva simbolicamente verso Est, verso l’Unione Sovietica e il suo splendente futuro. La costruzione del Muro di Berlino ha spezzato di netto le speranze di quegli anni ma l’ex-viale Stalin, attuale Karl-Marx-Allee, rimane ancora oggi una delle maggiori attrazioni di Berlino.

Avvicinandoci alla nostra storia recente, senza ombra di dubbio, la prima cosa che viene in mente relativa a questo periodo è il Muro di Berlino. Costruito nel 1961, ha diviso in due la città fino alla sua caduta avvenuta nel 1989.

Il simbolo della Guerra Fredda ha numerosi punti di attrazione e fra i più noti c’è sicuramente l’East Side Gallery. Si tratta di più di un chilometro di dipinti realizzati sul Muro stesso da artisti di tutto il mondo per celebrare la pace e la libertà. 

Fra i murales più famosi c’è il Bacio fra il presidente dell’unione sovietica e il presidente della DDR o quello della mitica Trabant, la famosa auto della Germania dell’est, intenta a sfondare il Muro.

Il Memoriale del Muro di Berlino

Il Gedenkstätte Berliner Mauer – Memoriale del Muro di Berlino è situato in Bernauer Straße. Qui oltre ai ricordi dell’epoca, potrai vedere dall’alto una parte del Muro divisorio perfettamente conservata con la torretta di vigilanza e la fascia della morte.

Se andrai a vedere il memoriale non dimenticare di visitare il centro di documentazione e passeggiare per Bernauer Strasse, una sorta di museo a cielo aperto che ripercorre la storia del Muro.

Alexanderplatz e la Torre della TV

Sempre relativo a questo periodo, non si può dimenticare di vedere Alexanderplatz, piazza nel cuore di Mitte e snodo principale dei trasporti dove potrai trovare la Berliner Fernsehturm, la Torre della Televisione di Berlino.

La Torre della TV è uno dei punti di riferimento del panorama della città e una delle principali attrazioni di Berlino: coi suoi 368 metri di altezza, fu costruita nel 1970, oltre che per utilità, come ‘atto dimostrativo’ del governo della DDR per far vedere le prodezze tecnologiche realizzate dall’Est ai cittadini di Berlino Ovest.

Salendo nella sfera girevole, situato a 203 metri di altezza, si può dominare la città con una vista dall’alto senza pari.

Il Viale Karl Marx, Alexanderplatz, il Memoriale del Muro e la East Side Gallery insieme ad altri luoghi d’interesse, fanno parte del percorso del nostro Tour del Muro di Berlino e della Berlino comunista.

Il Checkpoint Charlie

Una delle principali attrazioni di Berlino relative al periodo comunista è il Checkpoint Charlie. Il posto di blocco e punto di frontiera era uno dei passaggi da Berlino Est a Berlino Ovest.

Questo famigerato Checkpoint è stato uno dei punti più caldi delle Guerra Fredda ma purtroppo oggi rimane molto poco di originale e il comune di Berlino sta discutendo del suo futuro.

Attrazioni della Berlino contemporanea

Per approfondire il tema della Berlino contemporanea entra nel nostro Blog. Troverai molti articoli interessanti sulle ultime novità di Berlino.

Fra le attrazioni di Berlino non può mancare la Potsdamer Platz. Uin questa foto un gruppo di giovani fanno skate con la piazza più moderna di Berlino in sottofondo.

La Potsdamer Platz

La Potsdamer Platz è la piazza più moderna di Berlino ed è la somma di molte storie e di grandi cambiamenti, per questo motivo è uno dei luoghi più rappresentativi dello spirito berlinese.

È stata la piazza con più traffico al mondo agli inizi del secolo XX, tanto da aver avuto bisogno di uno dei primi semafori d’Europa. Bombardata e quasi completamente distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale è stata successivamente svuotata per far posto al Muro di Berlino.

Dopo la riunificazione tedesca il comune di Berlino con capitali privati decide di intraprendere la completa ricostruzione di questa zona come simbolo di riunificazione. Una città che risorgeva dalle ceneri di due dittature e guardava al futuro con grande speranza e ottimismo.

L’architetto della nuova pianificazione è stato l’italiano Renzo Piano. In questo contesto vengono costruiti nuovi edifici come il Sony Center, la Torre Kollhof, la Torre Deimler e il Centro Beisheim.

Questa piazza è fra le grandi attrazioni di Berlino e chi visita la città si sofferma sul carattere moderno dei suoi edifici. La cosa sicuramente più interessante è ricercare le tracce del passato sul quale è stata costruita la modernità. Tutt’oggi sono presenti piccole reliquie delle epoche passate, ricche di significato e fondamentali per comprendere la Berlino contemporanea.

Per questo motivo proprio dalla Potsdamer Platz iniziamo il nostro Free Tour di Berlino dando grande attenzione a questo’area ricca di storie e di contrasti. Inoltre, al numero 10 della Potsdamer Platz è situato il punto di ritrovo di tutte le nostre visite guidate di Berlino.

Il Museo Urban Nation

Il primo museo al mondo di Arte Urbana non poteva che aprire le sue porte a Berlino. Dopo la caduta del Muro la città è diventata capitale della cultura alternativa, dei graffiti e dei murales!

La visita di questo museo è imprescindibile se ami l’Arte Urbana o se vuoi semplicemente iniziare a capirla. L’entrata è gratuita ed è aperto dal giovedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00.

Puoi visitare il Museo Urban Nation anche con la nostra visita guidata in italiano: Tour Berlino Alternativa e Originale. Una guida esperta ti accompagnerà alla scoperta dei segreti della Berlino più attuale, originale e meno turistica!

Consigli sulla visita alle principali attrazioni di Berlino

Adesso che conosci le principali attrazioni della capitale tedesca la domanda sorge quasi spontanea: qual è la forma migliore per organizzare la visita alle attrazioni dei Berlino? 

Considerando la grandezza della città ci sono vari modi per visitare le principali attrazioni berlinesi:

  • Organizza la visita per area geografica.

    In questa forma puoi aggregare tutti i punti d’interesse in una stessa area geografica. Se le cose da vedere sono molte corri il rischio di fare confusione tra le epoche storiche ma in cambio guadagnerai tempo con gli spostamenti.

 
  • Organizza la visita per epoche storiche e tematiche.

    Puoi organizzare la tua visita per periodi storici in modo da inserire ogni luogo d’interesse nel contesto storico corretto, sicuramente così avrà più senso quello che si vede. Fai molta attenzione però, organizzando la visita in questa maniera devi stare molto attento ai tempi di spostamento.

 
  • Ricorri alle visite guidate di GUIDEinTOUR.

    Se vuoi approfondire la storia tragica e appassionante della città e vuoi scoprire tutti i segreti delle sue attrazioni principali partecipa ai nostri Tour di Berlino.

    Guide italiane esperte e professionali ti accompagneranno alla scoperta di questa affascinante città con percorsi tematici organizzati per farti comprendere al meglio gli argomenti trattati ottimizzando il tempo e gli spostamenti!

  • Pianifica come raggiungere i luoghi d’interesse e le distanze fra i vari punti che vuoi visitare.

    La prima cosa da tenere in conto per organizzare la visita alle attrazioni di Berlino è considerare l’estensione di una città grande come 8 Parigi. Pianifica gli spostamenti con i trasporti pubblici di Berlino in modo da non perdere del tempo prezioso.