Musei di Berlino

Con più di 180 musei, Berlino ospita un tesoro culturale inestimabile. Le attrazioni di Berlino sono innumerevoli e se parliamo di musei le possibilità sono pressoché infinite e per tutti i gusti. 

La capitale della Germania lascia ai viaggiatori l’imbarazzo della scelta. Dalle collezioni di antichità fino al Museo di Arte Urbana.

Potrai visitare l’impressionante Museo di Storia Naturale o una collezione di arte contemporanea ospitata in un bunker riconvertito in museo. Potrai esplorare la grandissima offerta artistica e archeologica dell’Isola dei Musei o visitare uno dei molti musei tematici presenti in città.

Quali sono i musei più visitati a Berlino?

Museo Pergamon

Il Museo Pergamon a Berlino

Il Museo Pergamon (Pergamon Museum) è stato l’ultimo dei cinque grandi musei dell’Isola dei Musei di Berlino ad essere costruito ed ogni anno attira circa un milione di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Sebbene l’Altare di Pergamo non sia attualmente esposto a causa dei lavori di restauro, il museo si colloca ancora al primo posto tra quelli più visitati di Berlino. Il perché è facilmente spiegabile viste le grandissime meraviglie ancora visibili al pubblico, prima fra tutte l’impressionante Porta di Babilonia, con la Sala del Trono del re babilonese Nabucodonosor II.

Fra le eccezionali opere esposte nel museo vanno sicuramente ricordate la ricostruzione della Porta di accesso al Mercato di Mileto, la grande collezione di Arte Islamica, che vede fra le sue opere più importanti la Facciata del palazzo di Mschatta, e la raffinata Sala di Aleppo.

L’unicità di questo museo è proprio il fatto che sia stato costruito per ospitare grandi architetture dell’antichità nella loro grandezza naturale. 

Nel novembre 2018 è stato aperto un nuovo museo di fronte all’Isola dei Musei, il Pergamon Panorama (da non confondere con il Museo Pergamon). Progettato per essere un museo temporaneo, mostra alcuni pezzi originali dell’Altare di Pergamo e l’impressionante panorama a 360 gradi dell’artista Yadegar Asisi che riproduce l’antica città di Pergamo. 

Il Pergamon Panorama è un museo a parte e per accedere al più famoso Museo Pergamon devi recarti all’accesso denominato James Simon Gallery.

Il Museo Pergamon può essere visitato tutti i giorni della settimana ed è presente un servizio di audio-guide in italiano.

Museo Nuovo

Il Museo Nuovo a Berlino sull'isola dei Musei

L’edificio fa parte dell’Isola dei Musei di Berlino e ospita tesori dell’epoca dei faraoni e dell’età della pietra e del bronzo. All’interno del Museo Nuovo di Berlino (Neues Museum) fa bella mostra di sé il busto della regina egiziana Nefertiti, sicuramente il reperto più importante collezionato in questo museo. 

Il Museo Nuovo ha sofferto più di ogni altra struttura dell’Isola dei Musei a causa dei bombardamenti sulla città fra il 1943 e il 1945. Per decenni è rimasto abbandonato alle intemperie e la sua riapertura è avvenuta nel 2009 grazie ad un investimento di circa 300 milioni di euro.

David Chipperfield, l’architetto incaricato di ricostruire il Neues Museum ha utilizzato tutti gli scarti e i resti del museo originale che potevano essere riutilizzati: migliaia di segmenti di tutte le dimensioni, comprese anche numerosissime parti con tracce di fori di proiettile.

Ogni parete, pavimento, architrave, colonna, mosaico o soffitto è stato trattato come parte di un vastissimo puzzle, anche per questo i lavori di ristrutturazione sono durati ben 11 anni. L’edificio stesso oggi rappresenta un monito alla guerra ed è il simbolo di una città che guarda al futuro conscia del suo pesante passato.

Questo museo di Berlino può essere visitato tutti i giorni della settimana ed è presente un servizio di audio-guide in italiano. 

Tiene presente che il Neues Museum ha l’entrata in comune con il Pergamonmuseum. Per visitarlo dovrai recarti all’accesso denominato James Simon Gallery.

Museo Storico Tedesco

Facciate con persone in sosta davanti al museo di storia tedesca, uno dei musei più visitati di Berlino.

All’interno del Museo Storico Tedesco di Berlino (Deutsches Historisches Museum) potrai fare un viaggio attraverso 2000 anni della storia di questo paese: da Carlo Magno fino alla riunificazione tedesca del 1989 passando attraverso Lutero, l’impero prussiano e il periodo nazista.

Oltre alle migliaia di oggetti esposti, un aspetto importante di questo museo di Berlino è l’architettura stessa. Due edifici si fondono insieme perfettamente, uno barocco con stucchi e fregi, l’altro contemporaneo in vetro e cemento armato.

L’entrata principale è nell’edifico storico che ospitava l’antica armeria prussiana e passando da un luminoso cortile coperto, si accede al nuovo edificio in cemento e cristallo.

La storia passata si fonde con l’architettura contemporanea dando vita ad una commistione unica che rappresenta al meglio la storia tragica e affascinante di Berlino. 

Il Museo Storico Tedesco è aperto tutti i giorni e offre audio-guide in tedesco e inglese.

Museo della DDR

Museo della DDR - Repubblica Democratica Tedesca - Berlino

Com’era la vita nella Germania dell’Est e com’era la quotidianità delle persone che vivevano a Berlino dall’altro lato del Muro? Il Museo della Repubblica Democratica Tedesca (DDR) di Berlino aiuta ad avere le risposte a queste domande.

I visitatori possono, ad esempio, sedersi in una Trabant, l’auto della Germania dell’Est, entrare in un tipico appartamento prefabbricato in cemento armato o dare un’occhiata ad una stanza di sorveglianza della Stasi, la polizia segreta della DDR.

Per approfondire la tematica di Berlino Est durante la Guerra Fredda, oltre a visitare questo museo, ti consiglio di partecipare alla nostra visita guidata della Berlino comunista e il Muro.

Museo di Scienze Naturali

Scheletri di dinosauri esposti al museo di scienze naturali di Berlino

Vistando il Museo di Storia naturale di Berlino (Museum für Naturkunde) potrai osservare il più grande scheletro di dinosauro del mondo, un Brachiosauro con un’altezza di ben 13,27 metri. 

La collezione del Museo ripercorre la storia della vita sulla terra, è stata fondata nel 1810 e oggi comprende circa 30 milioni di oggetti.

Al suo interno viene mostrato il percorso durato milioni di anni che ha portato dalla formazione del pianeta alla comparsa dell’Uomo Sapiens.  Alcune mostre tematiche spiegano i meccanismi evolutivi sul Pianeta Terra. 

Nella mostra Evoluzione in azione viene spiegato il perché dell’aspetto e del comportamento di molti animali e piante. La mostra inizia con un’installazione alta quattro metri e lunga 12 metri, che presenta circa 3.000 animali provenienti da tutti gli habitat. 

In una seconda mostra, Cosmos e Sistema Solare, si può intraprendere un grande viaggio nell’universo e nella formazione delle galassie. 

La visita di questo museo di Berlino è particolarmente consigliata per tutta la famiglia.

Il Museo di Storia Naturale di Berlino è chiuso il lunedì e offre audio-guide in tedesco e inglese.

Collezione Boros

Foto del bunker della collezione soros, uno dei musei di nicchia di Berlino

Alla Collezione Boros (Sammlung Boros) l’arte contemporanea si fonde con la storia più oscura della città. Un vecchio bunker di guerra del periodo nazista è stato trasformato dal magnate Christian Boros in una galleria d’arte aperta ai visitatori e nella loro esclusiva residenza berlinese.

L’edificio grigio porta ancora le cicatrici dei combattimenti avvenuti a Berlino durante la Seconda Guerra Mondiale. Per visitare la Collezione Boros dovrai preregistrarti sul sito con almeno due mesi di anticipo. 

Le richieste sono moltissime e per motivi di sicurezza solo 12 persone alla volta possono visitare il museo. La collezione non può essere visitata in autonomia e verrai accompagnato alla sua scoperta da guide in inglese o tedesco.

Museo Tedesco della Tecnica

Una grande scritta "Museo" accoglie i visitatori dei musei di Berlino.

All’interno del Museo Tedesco della Tecnica (Deutsches Technikmuseum Berlin) potrai comprendere perché la tecnologia di questo paese sia tanto rinomata

Visitando questo museo berlinese farai un percorso dai mulini a vento alle locomotive a vapore, dagli aerei alle sonde spaziali passando anche dal primo computer costruito proprio a Berlino nel 1936.

Anche questo è uno dei musei di Berlino particolarmente adatti a tutta la famiglia e permette molte attività interattive. Una visita attraverso una vasta gamma di tecnologie vecchie e nuove e come hanno influenzato la storia culturale e la vita quotidiana dell’umanità.

Il Museo Tedesco della Tecnica è chiuso il lunedì e sono presenti audio-guide in inglese e tedesco.

Museo Ebraico

Uno dei musei più emozionati della capitale tedesca, il Museo ebraico a Berlino

Il Museo Ebraico di Berlino (Jüdisches Museum Berlin) propone una panoramica di 1.700 anni di storia ebraico-tedesca in un’architettura impressionante e ricca di emozioni progettata dall’architetto Daniel Libeskind.

Il museo è al tempo stesso un monumento commemorativo, un museo storico e un’opera d’arte. Nel seminterrato, l’edificio è strutturato da assi inclinati e intersecanti che rappresentano tre importanti e simboliche linee di sviluppo della vita ebraica in Germania: l’asse della continuità, l’asse dell’esilio e l’asse dell’Olocausto.

Un altro elemento centrale e ricorrente sono i cosiddetti vuoti – canyon di cemento armato cavi e monocromatici che dividono l’edificio verticalmente e sono in gran parte impraticabili. Il loro scopo è quello di introdurre i visitatori del museo all’esperienza della Shoah e di rappresentare il vuoto che è rimasto dopo l’espulsione e l’annientamento della vita ebraica.

Soprattutto la Torre dell’Olocausto, una parte isolata e sopraelevata dell’edificio, trasmette solitudine e ansia. Al secondo piano l’installazione Shalecht – Foglie Cadute – è una delle esposizioni permanenti più impressionanti: più di diecimila lastre di ferro che rappresentano volti straziati ricoprono il pavimento, per passare non si può fare a meno di calpestarle.

Il Museo Ebraico di Berlino può essere visitato tutti i giorni della settimana ed è presente un servizio di audio-guide in italiano.

Se vuoi approfondire la conoscenza di come la comunità ebraica della città abbia convissuto per secoli con la maggioranza cristiana, come si siano formati i pregiudizi antisemiti fino alle strategie propagandistiche utilizzate dal nazismo per stigmatizzare e poi deportare e assassinare gli ebrei, ti consiglio di partecipare al Tour della Berlino nazista e il quartiere ebraico

Puoi anche leggere l’articolo che tratta dei monumenti di Berlino che hanno a che vedere con la memoria storica e la Shoah.

Palazzo di Charlottenburg

Facciata con giardino del palazzo di Charlottenburg, un museo di Berlino di arte barocca.

Il Palazzo di Charlottenburg (Schloss Charlottenburg) si trova nell’omonimo quartiere di Berlino ed è uno dei più bei palazzi della città. L’intero complesso è lungo circa 500 metri, dominato da una cupola di rame con la statua dorata della dea Fortuna.

Gli interni del palazzo sono visitabili e la maggior parte delle camere più belle appartengono agli appartamenti storici situati nella splendida Ala Nuova (Neuer Flügel), ognuno dei quali è stato accuratamente restaurato nella sua forma e decorazione originale. 

Al piano superiore di quest’ala si trovano gli appartamenti del Re Federico il Grande, tra cui le sue due Sale di Stato riccamente decorate in stile rococò.

Il parco del Palazzo di Charlottenburg è uno dei più popolari tra i numerosi parchi di Berlino e i suoi magnifici giardini sono una delizia da esplorare. Possono essere visitati gratuitamente, indipendentemente dalla visita degli interni del palazzo, tutti i giorni dalle 7 del mattino fino al tramonto.

Il Palazzo di Charlottenburg è chiuso alle visite del suo interno il lunedì ed è presente un servizio di audio-guide in italiano.

Gemäldegalerie

facciata della pinacoteca di Berlino, uno dei musei più importanti di Berlino.

La Galleria dei Dipinti (Gemäldegalerie) si trova nelle vicinanze di Potsdamer Platz, molto vicino al punto di ritrovo dei nostri Tour di Berlino in italiano madrelingua. È un museo di pittura di grandissimo valore artistico con opere dal Duecento al Settecento europeo.

La Gemäldegalerie ospita una delle maggiori collezioni dei musei berlinesi, con più di 900 quadri in 7000 metri quadrati di esposizione.

Fra le opere più rinomate troviamo molti quadri barocchi e rinascimentali italiani, da “L’Amore vittorioso” di Caravaggio alle “Madonne” di Raffaello, Tiziano e Botticelli. 

Una parte importante dell’esposizione è dedicata ai pittori fiamminghi e fanno bella mostra quadri di Brügel, Dürer e Rubens.

La pinacoteca è chiusa il lunedì e sono presenti audio-guide in italiano.

Domande Frequenti sui musei di Berlino

Esistono giorni dove l’ingresso è gratuito nei musei di Berlino?

Purtroppo no! Fino a qualche anno fa era possibile visitare i musei statali di Berlino gratuitamente in alcuni giorni della settimana ma questa politica è stata sospesa e non sono previsti accessi gratuiti.

Esistono biglietti che comprendono l’accesso a più musei di Berlino?

Sì, esistono diversi biglietti che comprendono l’accesso ai musei berlinesi. I migliori sono i seguenti:

  • Biglietto giornaliero Isola dei Musei (Museumsinsel Pass)
    Biglietto giornaliero valido per tutti i musei dell’Isola dei Musei. Attenzione: il lunedì sono aperti solo il Museo Pergamon e il Museo Nuovo.
    – Prezzo: 18€ adulti / 9€ studenti.

     

  • Pass per 3 giorni ai principali musei di Berlino (3-day Museum Pass Berlin)
    Valido per 3 giorni consecutivi che comprende l’entrata a più di 30 musei di Berlino compresi i musei dell’Isola dei Musei. Attenzione, molti musei sono chiusi il lunedì.
    – Prezzo: 29€ adulti / 14,50€ studenti.

     

  • Biglietto turistico ufficiale di Berlino (Berlin Welcome Card)
    Prevede il biglietto dei mezzi pubblici e sconti sul biglietto d’ingresso dei vari musei. L’opzione valida per 72h può essere acquistata in abbinamento con il  biglietto giornaliero dei musei dell’Isola dei Musei.
    – Prezzo: varia a seconda delle ore di validità del biglietto dei trasporti pubblici di Berlino

Esistono sconti per pensionati?

No, non sono previsti sconti per i pensionati.

Esistono sconti per gli studenti?

Sì, è necessario mostrare la tessera universitaria o un documento che attesti l’iscrizione in corso di validità. Sulla tessera universitaria deve essere indicata la data di scadenza altrimenti non verrà accettata. In linea generale i maggiori di 26 anni non sono più considerati studenti anche se regolarmente iscritti all’università.

Esistono sconti per i minorenni?

Generalmente sì. Nei musei statali di Berlino i minorenni hanno diritto all’accesso gratuito.

Ci sono barriere architettoniche per i visitatori con disabilità?

Tutti i musei di Berlino sono stati dichiarati “Musei senza barriere architettoniche” e le loro esposizioni sono di facile accesso alle persone in sedia a rotelle. 

Spero che questa rassegna sui musei berlinesi ti invogli a visitarne alcuni e ti aiuti a programmare la permanenza in città. 

Per approfondire la storia e la cultura della capitale tedesca partecipa al nostro Free Tour di Berlino.

Chissà, magari ci conosceremo di persona. Ti aspetto al nostro punto di ritrovo!